Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Italian Chinese (Simplified) English French German Hindi Portuguese Spanish

Alex Holwarth

Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 
Dettagli

Il drumming dei Sieges Even

altAlex Holwarth è un batterista molto noto nell'ambito metal europeo grazie soprattutto al suo lavoro con i Rhapsody of Fire ma non tutti, purtroppo, sono a conoscenza di quello che è uno dei progetti dove il suo drumming offre il meglio di sé: i Sieges Even, band progressive metal dotata di grande talento e di spunti sopra la media che purtroppo non ha mai avuto la meritata visibilità.
Abbiamo così avuto modo di fare due chiacchiere con Alex, per saperne di più su di lui, e per farci dare qualche consiglio e saperne di più su uno dei migliori batteristi della scena metal europea.

- Quando hai iniziato a suonare la batteria?
- Tanto tempo fa ... all'età di 10!

- Con chi hai cominciato a studiare?
- Ho iniziato come autodidatta! Così ho iniziato a suonare sui miei dischi preferiti, ho sempre voluto essere il migliore, un comportamento infantile, ma ero un bambino. In seguito ho avuto un insegnante privato a Francoforte, dove vivevo. Poi ho camminato lungo la mia strada finché non sono andato al Drummers Focus a Monaco.

- Chi sono i batteristi che hanno influenzato il tuo stile?
- Tutti i batteristi che ho ascoltando sui miei dischi preferiti. In realtà sono tanti, ma per darvi qualche nome: Neal Peart, Vinny Appice, Nicko McBrain, Tom Hunting, Dave Lombardo, Charly Benante, Nick Barker e molti altri.

- Qual è il tuo attuale programma / piano di studi?
- Io suono la batteria quasi ogni giorno: mentre la insegnamento. Quando ho le prove per conto mio ho solo voglia di divertirmi, così mi suono quello che voglio, ossia il doppio pedale.
Dall'altra parte Mi piace utilizzare lo strumento per quello che è, come un modo di comunicare sentimenti! Questa è la ragione per cui suono: quello di essere parte di una band e di creare alcune immagini ad alta intensità emotiva!

- Come hai scelto il posizionamento del tuo drumkit?
- Vuoi dire le regolazioni? Io effettuo le regolazioni nel modo migliore per il mio corpo! Come nello sport dove si regola il sedile in base all'altezza. Gli angoli devono essere quelli giusti e adatti al tuo corpo,l'importante è tenere il tutto il più naturale possibile!

- Come regoli l'intonazione delle pelli?
- Nel modo più tradizionale, non spendo tante ore nell'accordature ... Voglio solo suonare sai?

- E invece la molla del pedale? Come la regoli?
- Molto lenta. Più è resistente più si deve lavorare contro la sua stessa tensione...

- Che tipo di riscaldamento effettui prima degli spettacoli?
- Niente ... se non qualche rudimento, ma solo per fare qualcosa per colmare il tempo. Posso andare sul palco anche senza scaldarmi.

- Quante volte cambi le pelli durante un tour?
- Tengo le pelli fino a quando non suonano in modo scadente, questo è tutto.

- Quali sono gli aspetti del tuo drumming che si consideri essere un punto di forza?
- Non ne ho idea, dovresti dirmelo tu! Scherzo... Credo che il mio atteggiamento non sia poi così male. E poi ho sempre qualche idea in mente! Mi diverto sempre ogni secondo del mio drumming e voglio sempre dare il massimo, per cui io do il 120% sempre.

- Quali sono le qualità che un buon batterista metal deve avere, secondo il tuo punto di vista?
- L'atteggiamento, la capacità di suonare le basi, avere buone idee ritmiche, e la più importante: il groove!

- Dicci qualcosa sulla scena metal in Germania: è così diversa da quella americana?
- Sai, io non lo so, perché non mi interessa molto. Ho sempre cercato le migliori band per ascoltarle, non importa da dove vengono, ma devo aggiungere che mi piace molto la roba inglese molto. Basta ascoltare le stazioni radio inglesi come Planet Rock... molto cool. Questa è la ragione, a mio parere, per cui le band del Regno Unito sono sempre le migliori, perché ascoltano la musica migliore. La radio tedesca fa schifo e penso che questo vale anche per la radio degli Stati Uniti.

- Raccontaci qualcosa dell'ultimo album dei Sieges Even "The art of navigating by the stars", e anche qualcosa del "Live in Canada DVD" con Rhapsody of Fire: l'ultimo album dei Sieges Even è stato "Playgrounds".
- Si tratta di una registrazione live, l'ultimo disco è stato "Paramount".
Sieges Even è una storia finita ... ma io e mio fratello Oliver Holzwarth (bassista) siamo già nella fase di stesura di altre canzoni per una nuova band insieme al chitarrista Uwe Lullis.
Ieri sono tornato da un'altra sessione di prove in studio molto soddisfacente. Questa è esattamente la musica che ho sempre voluto suonare! A proposito, Uwe Lullisha prodotto "The art of navigating by the stars" e ha fatto il mix di "Playgrounds". Per quanto riguarda "Visions from the enchanted lands" posso solo dirvi che ci siamo divertiti così tanto in questo tour che non vedo l'ora di salire sul palco di nuovo.

- Qual è il tuo pattern preferito (tra quelli che hai registrato) e che suoni di più durante i concerti?
- Sempre il più conveniente, saggio, musicale. Mi piace suonare qualsiasi pattern... ma deve essere potente!

- Come ti prepari per una sessione in studio di registrazione?
- Studio il materiale, ma a volte si va in studio e non si sa nulla sulle canzoni perché non c’è del materiale da preparare... quindi il più delle volte non si è in grado di preparare qualcosa. Non è male, perché in questi casi hai del tempo per altre cose. (risate)

- Insegni?
- Sì, lo faccio. A Monaco al Drummers Focus.

- Ti ho visto fare delle clinics e mi domandavo quali sono le domande che la gente spesso ti chiede e qual è il programma delle tue clinic?
- Questo dipende dalla clinic che faccio. Faccio clinic sulla sezione ritmica con mio fratello Oliver dove trattiamo basso, batteria e altro ancora. Parliamo di cosa si deve sapere per far suonare quegli strumenti insieme.
Inoltre faccio semplice clinic per batteristi e clinic per doppia cassa.
Per le clinic sul doppio pedale la gente vuole sapere come suonare veloce, e la risposta è semplice: basta farlo. Scherzo… devi sapere cosa stai facendo per suonare bene e veloce. Per esempio: se suoni velocemente il colpo sarà meno forte. Per prima cosa devi capire questo concetto e accettarlo. L'errore più grande è quello di voler suonare veloce e alla massima potenza. Questo non funzionerà mai. Per prima cosa devi provare in modo tranquillo e lento, poi in modo tranquillo ma più veloce e solo alla fine si può aggiungere un po’ di forza nella parte veloce...
Tutto ciò sembra molto facile ma credimi, questa è la parte breve e teorica che necessita di molti anni di pratica!

- Come è il rapporto con le persone alle quali insegni?
- Buon spero, parliamo molto e si parla di un sacco di altre cose...

- Quali sono i tuoi album preferiti, quelli che ti hanno fatto innamorare della batteria?
- Domanda difficile! Mi piacciono un sacco di dischi dove la batteria è assolutamente normale, sai cosa voglio dire... ce ne sono troppi per citarne solo qualcuno.

- Qual è la tua strumentazione?
- Posso aggiungere una foto della mia Pearl. Come vedi è una MMX con piatti Zildjian e bacchette Vic Firth modello Vinny Paul. Solo il meglio!alt

- Mi può dire tre esercizi che possono essere utili alle persone con la mancanza di velocità e controllo?
- I più semplici sono i migliori! Per esempio:
1) Basta suonare colpi singoli in 16simi con i piedi e aggiungere di colpi singoli sempre in 16simi con le mani;
2) 16simi singoli nuovamente con i piedi e mani ma questa volta alternare RR, LL(Destra Destra Sinistra Sinistra)
3) lo stesso come sopra ma le mani suonano un paradiddle RLRRLRLL Il tempo da utilizzare non importa! La velocità si ottiene quando è il momento giusto...
È possibile trovare questi esercizi su Youtube “clinic Alex Holzwarth Drumlab” o sul mio sito myspace: www.myspace.com/alexholzwarth o su www.holzwarthbrothers.com

- Puoi dare un consiglio a tutti quelli che studiano batteria e che vogliono diventare batteristi metal?
- Siate di mente aperta e provate anche altri stili! Non dimenticate le mani... molte persone che sono in grado di suonare a tempo di record con il doppio pedale, ma c'è molto di più!

- Grazie e spero di trovati presto con una video intervista su www.planet-drum.com.
- Grazie a voi per questa interessantissima intervista!
Alex

Emiliano Cantiano

ENGLISH

- When did you start to play drums
A long time ago…at the age of 10!

- …and you started studying the instrument. Who did you start to study with?
I started as an autodidact! So I started to play along my favourite records, I always wanted to be the best one…very childish, but I was a child. Later on I had a private teacher in Frankfurt, were we actually lived. Then I walked my own way again till I went to the "Drummers Focus" in Munich.

- Who are the drummers that influenced your style?
All the drummers I was listening on my favourite records…
Many…but to give you some names: Neal Peart, Vinny Appice, Nicko McBrain, Tom Hunting, Dave Lombardo, Charly Benante, Nick Barker and many more.

- Which is your current program/syllabus?
I play drums nearly every day while teaching. When I rehearse on my own I just want to have fun doing it, so I play what I want to, which is double kick drumming.
On the other side I love to use the instrument for what it is, as a way of communicate feelings! To play useful in a musical way!
This is the reason I play, to be part of a band and create some intensive pictures!

- How do you chose the placement of your drumkit?
You mean the adjustments? The setup is adjusted in the best way to my body! Like in sports you adjust the seat depending to your size. The angles have to be in the right way to your body, that’s it! Just keep it the most natural possible!

- What kind of tune do you chose for your drumheads?
Just normal. I’m not so much into tuning hours and hours…I just want to play, you know?

- How do you adjust (regulate) the springs of your pedal?
Very loose. The more you tight it up, the more you have to work against it too…

- What kind of warm up do you chose before the shows?
Nothing…at least maybe I play some rudiments, but just to do something to bridge the time…I can go on stage without warm up…

- How often do you change the drumheads during a tour?
I keep the skins till they sound crappy, that’s it.

- Which are the aspects of your drumming that you consider the most powerful?
No idea, you should tell me….just kidding. I think my attitude is not so bad. And I always have some drum ideas/pattern suggestions in mind!
I always enjoy every second and want to kick ass, so I give 120% all the time.

- Which are the qualities that a good metal drummer must have, in your opinion?
Attitude, be able to play the basics, have good rhythmical ideas, and the most important: to groove!

- Tell us something about the metal scene in Germany: is it so different from the American one?
You know, I don´t know, because I don´t care to much. I always search for the best bands I want to listen to, no matter where they come from. But I have to add that I like the English stuff a lot. Just listen to the English radio stations like Planet Rock. Very cool. This is the reason, in my opinion, the bands from the UK are always on the top, because they listen to better music. The German radio sucks and I think this counts for the US radio too.

- Tell us something about the last Sieges Even album "The art of navigating by the stars" and something about the "Live in Canada DVD" with Rhapsody of Fire: the last Sieges Even record was “Playgrounds”.
It is a live record; the last studio record was “Paramount”.
Sieges Even is over now…but me and my brother Oliver Holzwarth (bassplayer BG) are already in the songwriting process with guitar player Uwe Lullis for a new band. Yesterday I came back from another studio rehearsal session and it turned out great again. This is exactly the music I always wanted to play!!
By the way Uwe produced "The art of navigating by the stars" and did the mix of "Playgrounds".
About "Visions from the enchanted lands" I just can tell you we had so much fun on this tour, I can’t wait to hit the stage again.

- Which is your favourite pattern (among the ones you recorded) and that you play the most during the concerts?
Always the most fitting pattern musical wise. I like to play any pattern…but it should be powerful.

- How do you train for the recording studio session?
I go through the material, but sometimes you hit the studio, you don’t know anything about the songs… so most of the time you are not able to prepare something. It’s not bad, because you have this time for other things :-9

- Do you teach?
Yes I do. In Munich’s Drummers Focus.

- I saw your clinics , which are the questions that people often ask you and which is the program of your clinics?
That depends on the clinic I do. I do rhythm section; the workouts with my brother Oliver are about bass guitar , drums and more. What do I need to know about, to get those instruments together, to play tight as hell.
Furthermore I do simple drum clinics and double bass clinics.
For the double bass clinics, the people want to know how to play fast, the answer is easy: just do it! Just kidding. You need to know what you are doing. For example: if you play fast the hits will be less loud. First you have to understand this and to accept it.
The biggest mistake is if you want to play fast to give all the muscle the power you have. This will never work. First you have to rehearse in a quiet way and slow, than quiet and faster and in the end you can add some power in the fast part…
This sounds very easy, but believe me, this is the short and theoretic part, it still needs years of practice!!

- Which is the relationship with the people you teach to?
A good one I hope. We talk about a lot of other things too…

- Which are your favourite albums, the ones that made you fall in love with drums?
Tough question! It’s not always the same. I like a lot of records were the drums are just normal, you know what I mean…too many to mention.

- Which instrumentation do you use?
I add a Pearl picture of my drum kit there for you to see. It is Pearl MMX drum, Zildjian cymbals and Vic irth sticks Vinny Paul model. Just the best stuff!

alt- Can you tell me 3 exercises that can be useful to people with lack of speed and control?
The easy ones are the best! For example:
1)Just play 16´singles with your foots and adapt 16´single notes with your hands.
2)again 16´singles foot, 16´with hands but RR, LL
3)same, but the hands play RLRRLRLL
In every tempo it feels good!! The speed you will get when it is time…
You can find this exercises on youtube `alex holzwarth Drumlab clinic` or on my myspace site: www.myspace.com/alexholzwarth or on www.holzwarthbrothers.com

- Can you give an advice to all those that study drums and that want to become metal drummers?
Be open minded and try out other stylistics too!! Don´t forget the hands…some people are just able to play doublebass worldrecords! That’s fine, but there is so much more!!

- Thank you and I hope to find you soon on www.planet-drum.com again with a video interview.
Thanks a lot for this interesting questions!
Alex

{jcomments on}

Share
   
 
© AMD communication - All rights reserved