Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Italian Chinese (Simplified) English French German Hindi Portuguese Spanish

Blast Extra Dry Crash l’evoluzione in casa UFIP

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 
Dettagli

Blast Extra Dry Crash l’evoluzione in casa UFIP

BlastExtraDryCrash1
Frutto di una lunga ricerca nascono i Crash orgoglio italiano


Derivati dai Blast Crash, questa nuova versione, targata 2018, mantiene la caratteristica esplosività dei Blast. Una collaborazione tra UFIP, azienda italiana produttrice di piatti musicali di Pistoia, e Iarin Munari che ha dato vita ad una linea dal sound versatile e controllato ma molto asciutto, da qui il nome Blast Extra Dry Crash.

“Come era stato importante il contributo del Maestro Gianluca Capitani alla realizzazione dei Blast Crash, anche per i Blast Extra Dry è stato decisivo il lavoro svolto da Iarin Munari che ha testato a lungo i primi prototipi, sia in studio sia dal vivo, contribuendo, così, alla definizione delle caratteristiche sonore di questi piatti” - conferma con fierezza Alberto Biasei, AD della UFIP Earcreated Cymbals.

BlastExtraDryCrash3

La tipica esplosività, ereditata dai fratelli Blast, viene migliorata grazie ad una attenta lavorazione sulla superficie grezza e alle profonde deformazioni plastiche successive alla martellatura che conferiscono ai Blast Extra Dry Crash un suono più asciutto e scuro rispetto ai loro predecessori.

“Avevo necessità di un suono di crash scuro, ruvido, corto ma che allo stesso tempo fosse frizzante, morbido al tocco e con una buona presenza. Un suono che unisse la mia passione per la tradizione all'esigenza di modernità.” - dice Iarin Munari batterista indipendent che ha collaborato, tra gli altri, con gli Stadio e Vecchioni – “Pensavo alla comunione dei suoni tradizionali Natural con la modernità dei Blast. Grazie alla competenza di Damiano Tronci e degli artigiani UFIP abbiamo calibrato i Blast Extra Dry, un piatto che in questi 4 anni di sperimentazione ho trovato eccellente sia sui grandi palchi dei tour che nei club. Una sonorità che non può più mancare nel mio set.”

I nuovi Blast Extra Dry, mantengono il tipico suono "trash" dei Blast, ma risultano più controllabili e con uno spettro sonoro concentrato sulle medie frequenze. Grazie a questa loro naturale caratteristica questi piatti sono particolarmente adatti a sessioni di studio di registrazione e, la loro ampia versatilità, li rende appetibili come scelta definitiva per molte applicazioni musicali, dal Jazz, al Pop, dal Rock alla musica elettronica.

Misure disponibili: 16"-17"-18"-19"-20".

BlastExtraDryCrash2


Cenni sulla UFIP:
La UFIP, acronimo di Unione Fabbricanti Italiani Piatti, è un'azienda italiana che produce piatti musicali dal 1931 e, pur mantenendo la produzione di piatti come core business, produce anche altri strumenti a percussione come gong, tam-tam e campane tubolari. Unica in Italia a rivolgersi al mercato mondiale con successo, l’azienda pistoiese soddisfa le esigenze musicali dei più importanti musicisti del mondo.
L'azienda nacque agli inizi del secolo scorso e, anche se inizialmente organizzata con la funzione di azienda commissionaria, svolgeva essenzialmente un ruolo di carattere commerciale con lo scopo di collocare sul mercato gli strumenti musicali prodotti da piccole aziende a carattere familiare operanti nel territorio tra Pistoia e Firenze. Nel corso degli anni la struttura aziendale si evolse per rispondere alle esigenze del mercato riuscendo a crearsi un ruolo importante nel panorama mondiale dei produttori di piatti musicali professionali in fusione di Bronzo B20.
L’azienda acquisì il brevetto del “Rotocasting”®, che rappresenta, ancora oggi, il suo segno distintivo sul mercato internazionale. Oltre a una vasta gamma di piatti professionali e intermedi, la UFIP vanta diversi progetti sperimentali e una estesa linea di percussioni a nota indeterminata (Ximbao, Icebell, Ogororo, Belltree, Wind Chimes, Tibetan Bells, Tam Tam) e a nota determinata (Crotali, Gong Sinfonici e Giavanesi, Campane da Chiesa, a Lastra e Tubolari).
La UFIP è, ancora oggi, l'unica azienda produttrice di piatti che utilizza la lavorazione artigianale per le linee professionali.
 

Share
   
 
© AMD communication - All rights reserved