Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Italian Chinese (Simplified) English French German Hindi Portuguese Spanish

Paiste serie 900

Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 
Dettagli

Paiste serie 900


Paiste-Serie900

La serie 900 di Paiste è una linea tutta nuova che si posizione nella fascia di prezzo detenuto dalla serie Alpha, attualmente fuori produzione. Lanciata al NAMM, la nuova serie è completa di crash, splash, hi-hat, rides e chinas. Quest’oggi, e dopo aver pubblicato un test sulla linea 900 Color Sound, abbiamo il piacere di proporvi alcuni modelli della  nuova Paiste serie 900!

Come dicevamo sopra, seppur questa nuova linea si posizioni su una fascia di mercato prima occupata dalla serie Alpha, la Paiste vuole precisare che i 900 piatti rappresentano una nuova direzione in termini di suono e produzione e non sono da considerarsi un sostituto diretto della serie Alpha.

In comune con i piatti Alpha i 900 sono realizzati con il leggendario bronzo CuSn8 della Paiste, la lega B8 utilizzata nei produzione dei 2002 dal 1971. Ad eccezione di ciò null’altro può essere avvicinato tra le due serie poiché i 900 sono lavorati in modo diverso, hanno un’ampiezza sonora più ampia e godono di un aspetto robusto e più bello.

Come accade sempre con la Paiste molto di ciò che accade dietro le porte del quartier generale è avvolto nel mistero e i piatti della serie 900 non sfuggono da questa pratica. Paiste fa riferimento alle "sofisticate tecniche ibride" di produzione che si traducono in una combinazione di processi automatizzati e alla tradizionale martellatura a mano. Lo stesso processo di brunitura, altro elemento segreto gelosamente custodito, conferisce l'equivalente di una patina che enfatizza le scanalature e i segni della martellatura.


Il Test

Partendo dal più aggressivo piatto del kit, iniziamo col dire che in genere i crash della serie 900 riescono a unire il calore con un attacco tagliente ma mai fastidioso, una caratteristica ereditata dalla linea 2002. Il 19” messoci a disposizione dalla Aramini Strumenti Musicali (così come il resto del kit) possiede un attacco immediato riuscendo a mantenere un equilibrio tra la luminosità iniziale e la nota più profonda caratteristica di tale misura. Essendo un Heavy crash questo 19” ha, ovviamente, una maggiore proiezione rispetto ai più piccoli, con un pitch leggermente più alto (prova fatta grazie ad un esemplare da 16” in nostro possesso). Il peso extra e la campana più grande offrono la possibilità di un ping più presente e una maggiore versatilità.

I Ride della serie 900 sono ben 3: da 20" e 22" di diametro per i pesi regolari e un solo 24" quale Heavy Ride denominato Mega Ride. Il 22” a nostra disposizione offre un suono della bacchetta ben definito e chiaro che ben risalta le caratteristiche ed il materiale in cui è composta la bacchetta stessa (un ping davvero invidiabile ndr) garantendo un’ottima diffusione sonora ben equilibrata. La campana offre una risposta davvero esplosiva e dal volume consistente degna dei grandi palchi ben amplificati.

Delle quattro coppie di Hi-Hat disponibili ben tre hanno il diametro da 14" mentre una sola coppia è da 15”. Quella a noi fornita da Aramini è lo standard da 14" dal suono nitido e ben controllato con un occhio che strizza alle note alte senza, però, perdere di calore.

Questo Hi Hat si inserisce perfettamente tra gli heavy grazie ad una risposta aggressiva e potente, una buona profondità e un attacco dall’ampiezza incredibile per la sua misura.

Il China da 16” non ci è parso particolarmente sfumato nelle tonalità. Ideale per accenti presenti dall’attacco aggressivo (non oso immaginare il 18” che volume possa avere) sono dei piatti impossibili da ignorare.

Share
   
 
© AMD communication - All rights reserved